La CRI si mostra: l’idroambulanza

Domenica 26 Settembre Croce Rossa Italiana e Polizia di Stato saranno in Piazza Sordello a Mantova in occasione dell’evento “La CRI si mostra”.

Tra i vari mezzi in esposizione ci sarà modo di vedere un’idroambulanza, messa gentilmente a disposizione dal Comitato Croce Rossa di Calvisano (BS).

Il termine ci fa intuire una stretta correlazione con l’acqua: trattasi infatti di un’imbarcazione allestita per il trasporto di malati e/o feriti, cioè un’ambulanza che opera in acqua.

Nella maggioranza dei casi è adibita al soccorso in mare ed è un’imbarcazione scoperta, da diporto o un gommone con motore fuoribordo, allestita con barella galleggiante(toboga), dotazioni di primo soccorso e personale di bordo addestrato al salvataggio in acqua: quella che avremo modo di vedere, esposta a Mantova, è un gommone che svolge la sua attività sul lago di Garda.

L’equipaggio è composto da un minimo di 3 fino a 5 persone, in base alla capienza del mezzo, le dotazioni di primo soccorso sono le medesime che per le ambulanze di terra, con la sola importante differenza che tutto il materiale sanitario viene riposto nelle cosiddette valigie stagne, che, per la loro stessa natura impermeabile, possono essere addirittura trasportate a nuoto dai soccorritori in caso di necessità.

I soccorritori dell’idroambulanza hanno fanno parte di un reparto di soccorsi speciali della Croce Rossa e hanno conseguito la qualifica di OPSA (Operatore Polivalente Soccorso in Acqua). Questo corso prevede un addestramento di quasi 90 ore tra teoria ed esercitazioni, nel quale si approfondiscono le tecniche degli stili di nuoto e le manovre di soccorso sia in piscina che in acque libere. I Volontari che terminano con successo questo percorso possono intervenire non solo nei casi di emergenza urgenza o di assistenza, ma anche in caso di calamità naturali, Croce Rossa Italiana infatti fa parte del Sistema Nazionale di Protezione Civile.